Moda

Ashley Graham e la body positivity

L’estate si avvicina e con essa si comincia a sentire l’ansia da “prova costume”.

Non però per chi ha abbracciato la body positivity, ossia l’accettazione della propria persona a prescindere da eventuali difetti fisici.

La body positivity nasce come un vero e proprio movimento di rivalsa della propria identità, che va al di là della forma fisica, perché tutti i corpi “valgono” allo stesso modo.

Il movimento diffonde l’accettazione a livello sociale di tutti i tipi di forme fisiche; ma non solo a livello sociale. Si vuole anche aiutare chi non si sente perfetto per via dei bombardamenti mediatici di corpi scolpiti o magrissimi, ad accettarsi, a far pace con la propria interiorità per poter finalmente sentirsi libero di far prevalere la vera personalità, spesso soffocata dalla vergogna di un corpo che si teme non venga accettato.

In questi giorni a favore della body positivity si schiera la modella statunitense Ashley Graham.

La modella plus size classe 1987, è testimonial della campagna pubblicitaria della sua linea di costumi Swimsuit for all , appunto costumi per tutte le taglie.

La modella è riuscita a far parlare di sé per aver scelto di non ritoccare le foto di questa campagna che si chiama non a caso “Paparazzi”.

“Spero che queste immagini incoraggino chiunque a credere in se stesso e ad essere felice del proprio corpo, godendosi il momento e fregandosene di chi ti guarda o ti giudica”

Non sono stati levigati i fianchi, appiattita la pancia, cancellata la buccia d’arancia. Ashley ha voluto mostrarsi come è, come si piace! Da anni la top model curvy più famosa del mondo rivendica il diritto di sentirsi a proprio agio nel corpo che si ha. Lei stessa cura la sua alimentazione e fa sport, praticando così uno stile di vita sano che vuole promuovere anche se con le sue curve plus.

Body positivity
Ashley Graham Swimsuit for all

Noi di MaVie da anni ci impegnamo in questo senso con la nostra campagna #iostocolburro. Amatevi! Sia che siate una taglia plus, sia che siate filiformi. Valiamo tutte molto più di quello che si vede dall’esterno.

Chiara Gobbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *