Libri & Cinema

Un clasicco d’altri tempi: La vita è meravigliosa

La vita è meravigliosaColtivo ormai da diverso tempo una grande passione per il cinema. Questo mi porta, non solo a tenermi aggiornata su tutto ciò che di nuovo ed interessante il panorama cinematografico ha da offrire, ma anche a rispolverare quei classici senza età che hanno segnato un’epoca, diventando vero e proprio fenomeno di costume. Tra i film che durante le festività natalizie non mi stancherei mai di vedere (che non ha bisogno di presentazioni, dato che ha fatto la storia del cinema) c’è: “La vita è meravigliosa” di Frank Capra.

Per me non è Natale senza questa toccante fiaba cinematografica senza tempo.

E’ un film intenso, ricco di numerosi spunti di riflessione.

Un film che racconta uno spaccato di vita della società americana degli anni ’20 e ’30 ed è capace di emozionare e commuovere, instillando fiducia nel futuro e nelle persone.

La bellezza di questa storia è che tutti noi possiamo ritrovarci in essa.

Il protagonista, un affascinante James Stewart, vive un momento di profonda crisi. Quando è sul punto di dover decidere cosa fare della sua vita, fa un incontro, durante la notte della vigilia di Natale. Un incontro che cambierà completamente la sua prospettiva, facendogli capire quali sono le cose che contano davvero nell’esistenza umana: l’onestà, gli amici e l’ affetto dei propri cari.

Un classico d’altri tempi che esalta i buoni sentimenti, rallegrerà la vostra serata e vi farà vivere la vera magia del Natale.

Il film, uscito nel 1946, ottenne cinque candidature agli Oscar, ma non riuscì a portare a casa neanche una statuetta. Venne completamente scansato da “I migliori anni della nostra vita” di Wiliam Wyler, vero film evento, che si aggiudicò ben sette Oscar. La vita è meravigliosa

Nel 1990 , “La vita è Meravigliosa” è stato incluso nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso deli Stati Uniti. Nel 1998, invece, è stato inserito nella classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.

Quando uscì nelle sale, pur riscuotendo un buon successo, il film non ottenne la fortuna sperata (tanto da recuperare il ricco budget investito dalla RKO). Ciò che in realtà l’ha reso il classico che è oggi, consacrandolo alla storia del cinema, è proprio il fatto che è stato trasmesso in televisione così tante volte durante il periodo natalizio da erigerlo a classico delle festività.

Francesca Di Giuseppe

Rispondi