Lifestyle

Preparare la valigia senza stress

Una mini vacanza per staccare dalla routine, specialmente arrivati a questo periodo dell’anno, è quanto di più auspicabile per ognuno di noi!

Ma quante di noi, mamme e donne, sbuffano pensando alla preparazione dei bagagli?

Sicuramente io sono la prima!

All’emozione della vacanza si aggiunge quella di non voler lasciare nulla al caso e quindi di portare con sé tutto ciò che potrà servire (magari anche in uno scenario più che altro possibilistico!).

Se è vero che non esiste un modo universale per preparare al meglio le valigie, è pur vero che ci si può organizzare per non rischiare di dimenticare cose utili a casa.

La cosa migliore da fare per iniziare è quella di stilare una lista.

valigia
 

Prendiamoci un momento di calma (soprattutto mentale, altrimenti rischieremmo di fare una lista inutile!) e procediamo con ordine.

Inizio sempre prendendo un foglio bianco e dividendolo mentalmente in diversi settori; spesso il primo (non so perché!) è quello del “BAGNO”, dove segno tutti gli accessori ad esso collegati.

Penso agli oggetti che uso dalla mattina quando mi alzo fino a sera in bagno, o in un certo senso ad esso collegati.

Quando penso di aver terminato l’argomento, lascio dello spazio libero per le cose che potrei aver dimenticato di scrivere in modo da aggiungerle successivamente.

Procedo poi così con tutti gli altri “settori” della mia valigia mentale: MEDICINE, MARE (la meta più gettonata di solito in questo periodo dell’anno), e così via.

Per ognuno percorro mentalmente la mia giornata per vedere cosa non posso assolutamente scordare a casa. In genere l’ultimo argomento che affronto sono i VESTITI.

Qui personalmente faccio una distinzione tra outfit da giorno ed outfit da sera, ponendo attenzione anche al clima.

Solitamente in primavera inoltrata di giorno fa caldo, mentre la sera rinfresca abbastanza e, se davvero vogliamo essere preparate ad ogni circostanza, dobbiamo tenerne conto.

Aggiungo sempre in valigia capi sovrapponibili a quelli tipicamente estivi per potermi scaldare poi la sera, senza dover così cambiare totalmente outfit.

Lo stesso dicasi per mia figlia. Dunque spazio a giacche leggere e dai colori abinabili ai vestiti scelti, e a foulard.

Una volta terminata la lista, rilassatevi!

Sì, infatti il più è fatto!

Personalmente stilo la lista alcuni giorni prima perché una volta pronta quella mi sento già a metà dell’opera.

Per riempire la valigia (che più spesso sono le valigie) meglio attendere e mettersi al lavoro a ridosso del viaggio.

I vestiti in particolare conviene riporli la sera prima se si parte di mattina, o la mattina stessa se la partenza è prevista nel pomeriggio/sera, così non si sciuperanno.

Se possibile meglio preparare i bagagli quando si è sole in casa, ma in alternativa occupate i bambini con un cartone animato bello lungo oppure coinvolgeteli nell’attività: ela saranno entusiasti!

Quindi, lista alla mano, non vi resta che tirare giù la valigia ed iniziare a riempirla perché ora non potrete scordare nulla!

Buon viaggio!

Chiara Gobbi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *