Cultura

Alla scoperta dei silent book: “Mentre tu dormi “

Avete mai sentito parlare dei “Silent Book”?

Si chiamano “Silent Book”, letteralmente libri silenziosi, perché sono privi di testo, ma in grado di raccontare una storia solo grazie all’uso delle immagini.

Essendo una grande appassionata di libri illustrati, ho amato da subito questo genere  proprio per la sua grande capacità di avvicinare un vasto pubblico, privilegiando le immagini alle parole.

Ciò che mi piace dei silent book è che sono “democratici”. Non avendo testo, non hanno bisogno di traduzione e quindi possono essere letti anche da persone di cultura e lingua differenti. Possono inoltre essere compresi facilmente anche da bambini in età prescolare senza l’aiuto di un adulto.

Altra nota positiva è la capacità di stimolare la creatività di chi vi si accosta, che ha libertà di inventare ogni volta una storia diversa.

Superato “l’imbarazzo” dell’assenza del testo, la narrazione avverrà facilmente.  Basterà prendere solo qualche piccolo accorgimento: quando si inizia la lettura di un silent book si deve osservare tutto molto attentamente poiché ogni particolare disegnato nell’illustrazione è utile per rendere più ricco e articolato il racconto.

Ultimamente ho scoperto un silent book che mi ha molto colpita. È una fiaba della buonanotte intitolata “Mentre tu dormi”.


Il libro, edito da Carthusia, è opera dell’illustratrice argentina Mariana Ruiz Johnson, ed è il vincitore del Silent book Contest 2015, primo concorso internazionale dei testi senza parole.

Il libro, caratterizzato da immagini molto semplici, colorate e ricche di particolari, racconta la vita, di notte, di una città qualunque. Sfogliando le pagine del racconto, mano a mano, prende vita un mondo intero fatto di persone che festeggiano, studiano, lavorano, il tutto mentre il bambino protagonista della storia dorme al sicuro nel proprio lettino. silent book“Mentre tu dormi” è un libro poetico, onirico per alcuni versi, che ci mostra come anche di notte la vita continui.  È bello immaginare come intorno a noi ci sia tanta vitalità e quante esistenze si intreccino al di fuori del nostro piccolo mondo.

Se vi piace inventare storie con i vostri bambini i silent book fanno al caso vostro, vi faranno divertire e arricchiranno la vostra fantasia.

Dunque buon divertimento e buona lettura.

Francesca Di Giuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *