Bellezza

…”Cari” pidocchi non vi temiamo più!!

img_7388

Quando Vera ha iniziato l’asilo, già lo sapevo che prima o poi mi sarei imbattuta nel discorso “pidocchi”, ma mai avrei immaginato di doverlo affrontare dopo una sola settimana di frequenza!!
In realtà lei non li ha ancora presi, ma il primo cartello nella struttura è stato affisso perciò ho pensato di intervenire.

Qualche informazione:
I pidocchi sono dei piccolissimi insetti di circa 2/3mm di colore grigio/bianco che vivono sui capelli ma soprattutto sul cuoio capelluto, all’altezza della nuca, sopra e dietro le orecchie. Le uova deposte dalle femmine si schiudono in una settimana circa.
Essendo comunque difficile individuare ad occhio nudo tutte le uova (ledini), occorre munirsi di uno speciale pettinino a denti strettissimi, meglio se bianco, che passato tra i capelli aiuta a rimuovere le ledini dalla cute o dai capelli.img_7389

I pidocchi che sono lontani dal cuoio capelluto possono sopravvivere al massimo 2-3 giorni perciò è inutile ripulire casa a “modo di RIS” perché non avrebbe senso.
Ad ogni modo è bene preoccuparsi in sola presenza di un pidocchio vivo e in movimento!

Si possono prevenire?

Alcuni dicono che non è possibile prevenire gli attacchi di pidocchi ma che bisogna intervenire solo in caso di necessità, però intanto sono ricorsa ai vecchi rimedi della nonna, che male non fanno.

Qualche reminiscenza di quand’ero bambina mi era rimasta e, dopo aver preso anche delle informazioni in più da internet, soprattutto perché colta alla sprovvista, senza alcun prodotto in casa, ho iniziato così:
– aceto
– balsamo
– (lacca per capelli)

Il primo, usato subito dopo il normale shampoo, diluito con un po’ d’acqua e frizionato sulla cute mentre il secondo come ultimo passaggio prima di sciacquare i capelli (ho letto che il balsamo rende più difficoltoso l’attaccamento dei pidocchi. Se sia vero o meno questa cosa io non lo so, ma una goccia di balsamo, soprattutto per lei che ha i capelli ricciolini di certo male non fa!)
La lacca invece può essere spruzzata la mattina prima di andare all’asilo, ma essendo un prodotto non naturale, per ora preferirei evitarla.

Poi però sono passata in farmacia e mi hanno consigliato due prodotti:

Entrambi hanno la stessa funzione, ovvero quella di prevenire creando un ambiente sfavorevole all’insediamento dei pidocchi.
Gli Spray vanno nebulizzati sui capelli asciutti, un paio di volte alla settimana, prima di andare all’asilo/scuola, senza essere risciacquati.

In caso di attacco comprovato esistono poi dei prodotti specifici per il vero trattamento: Hedrin linea rapido (gel o Spray) e PreAftir trattamento urto (gel o olioshampoo).

Per il momento ho iniziato ad applicare a lei, ma anche a me, Hedrin protettivo Spray 2/3 volte a settimana, che tra le altre cose ha anche un’ottima profumazione all’arancia e mango, ma ho preso dei campioncini da provare anche di PreAftir.
Ma la vera prevenzione resta quella di controllare 1 volta a settimana i capelli, come una normale operazione di routine di igiene personale.

..”cari” pidocchi noi non vi temiamo più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *