Bellezza

Come avere delle unghie in salute

 

Gli esperti sostengono che l’aspetto delle unghie, la struttura, la forma e il colore sono degli affidabili indicatori dello stato di salute della persona.

Pensate che le malattie che possono colpire le unghie sono svariate e possono avere origini diverse e alcune non ce ne rendiamo neanche conto, soprattutto quando le unghie malate sono quelle dei piedi.

Proviamo a guardare le proprie unghie

e impariamo a riconoscere i sintomi delle patologie più diffuse.

L’onicomicosi chiamata anche micosi dell’unghia è un’infezione dell’unghia causata da funghi dermatofiti. In una minoranza di casi, l’infezione può essere causata da muffe e lieviti.

 

Pensate che questa patologia è molto frequente e colpisce più spesso le unghie dei piedi rispetto a quelle delle mani, causando non solo un problema estetico, ma provocando anche fastidio o dolore.

 

Come potete capire che avete l’onicomicosi?

 

Quando vi accorgete che le unghie diventano opache, si macchiano o cambiano colore diventando gialle, verdi o marroni è probabile che sia in atto un’infezione fungina, soprattutto se allo stesso tempo la superficie dell’unghia diventa più spessa, frastagliata ed irregolare. Le unghie si sfaldano, si spezzano sempre più facilmente al peggiorare dell’infezione. Nei casi più gravi l’unghia si deforma, si solleva o addirittura cade.

 

La micosi dell’unghia può essere favorita da traumi alle unghie, fragilità, crescita rallentata che spesso caratterizza l’età avanzata, familiarità, diabete, riduzione delle difese immunitarie, iperidrosi, malattie vascolari periferiche.

 

Come si prende?

 

La causa sono gli ambienti caldi e umidi come palestre e piscine; ma anche indossare a lungo scarpe strette e poco traspiranti oppure non cambiare quotidianamente i calzini.

Unghie

Ma ci sono altre patologie come per esempio l’onicodistrofia che può colpire sia le unghie delle mani sia quelle dei piedi.

L’onicodistrofia è un’alterazione del trofismo dell’unghia che può avere cause diverse e si manifesta generalmente con un cambiamento morfologico dell’unghia interessata. Le unghie affette da onicodistrofia sono principalmente pollice ed alluce e la loro superficie si presenta frastagliata e ondulata; si rompono e si scheggiano più facilmente e possono assumere un colore giallo o grigio opaco.

La distrofia ungueale presenta cause diverse, sia endogene, sia esogene, cioè esterne. A proposito di queste ultime, la lamina ungueale può danneggiarsi a causa del ridotto apporto di sostanze quali minerali, tra cui il ferro, utili per la costituzione dell’unghia, oppure a seguito di eventi traumatici, spesso, causati dall’attività sportiva o dall’uso prolungato di calzature eccessivamente strette. 

 

La distrofia dell’unghia non è causata, dunque, solo da un’infezione fungina o batterica come l’onicopsoriasi; per questo è fondamentale individuare la causa dell’alterazione e ricorrere ad un rimedio indicato.

 

Le unghie delle mani e dei piedi non devono essere curate solo d’estate ma sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *