Lifestyle

E’ l’Ora X

Finalmente «Ora X», l’applicazione per smartphone e tablet che mette in relazione i genitori dei bambini che frequentano la stessa classe per aiutarsi in caso di problemi di accompagnamento e ripresa dei figli a scuola. Un progetto della Wside Srl, vincitore del bando «Innovazione Sostantivo Femminile 2015», che riceverà il co-finanziamento dalla Regione Lazio.

screen696x696

Un’idea che nasce dall’ esigenza di due mamme, Valentina Passaniti e Maika Messalli, che si sono trovate spesso a dover vivere una situazione di disagio e stress dovendo conciliare gli orari di entrata e uscita da lavoro con quelli delle scuole. L’app è rivolta a tutti ma, in particolare, a chi non può contare sull’aiuto di parenti e non utilizza abitualmente servizi di babysitting. Spesso si è costretti a ricorrere proprio all’aiuto di altri genitori che percorrendo lo stesso tragitto allo stesso orario possono condividere passaggi, facendo vivere ai bambini l’esperienza positiva di essere accompagnati dai propri amichetti. Un feedback conclusivo permette l’assegnazione di punti utili al raggiungimento di soglie alle quali sono associate premi in coupon sconto di prodotti e servizi di aziende partner.

La sicurezza è uno dei punti cardine dell’applicativo: le iscrizioni sono ricondotte prettamente alle classi di appartenenza e un Capogruppo diventa il vigile che «regola il traffico» validando l’ingresso dei genitori.

L’app è già scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play Store, e avrà un periodo di prova gratuita sotto forma di crediti per la Richiesta di passaggio che, una volta esauriti, potranno essere ricaricati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *