Moda

Il tacco d’estate è la zeppa

 

Un evergreen, richiamano l’estate anche quando indossate in città, regalanotanti centimetri ma sono comodissime. Vanno bene sia di giorno che di sera.

Le zeppe sono scarpe senza tempo, si portano ad ogni età, ce ne sono di ogni fantasia e in diversi materiali.

Abbinate ad abiti lunghi e leggeri o a gonne corte e un po’ larghe, con jeans morbidi a vita alta, ovviamente con gli shorts e persino con un tubino elegante.

 Le zeppe per donna come quelle di Janet e Janet sono proposte in diversi modelli di scarpa, non solo sandali.

Ci sono infatti le espadrillas, i sabot o le stringate, sia più tradizionali che più sportive, tutte rigorosamente con zeppa. E poi la zeppa con plateau, ancora più stabile di quella classica.

Nel caso delle scarpa chiusa, sono spesso rese più leggere con dettagli cut out cioè con aperture laterali.

La giusta ripartizione tra elementi pieni e vuoti fa in effetti differenza, anche nel caso dei sandali ed aiuta moltissimo sia in termini di valorizzazione dell’outfit che in quelli di leggerezza riguardo l’insieme della figura fisica.

Slanciano sicuramente la figura, attenzione però a considerare bene le proporzioni.

Ragazze piccoline stanno bene con zeppe non troppo alte, chi ha caviglie o polpacci forti non deve rinunciarci ma fare caso alla leggerezza delle forme della scarpa indossata. Anche il colore fa la sua parte, un colore troppo lontano da quello del look indossato o troppo uguale al colore della propria pelle può creare strani effetti non desiderati.

Le tendenze di quest’anno, continuano con dei classici come il sughero e la corda ma anche righe e total black.

I dettagli floreali raggiungono anche questa tipologia di scarpe così come la fantasia vichy e le borchie. Di corda, di cuoio, di pelle o completamente in suede.

Colorate o neutre, bicolor o scintillanti nella versione sandalo gioiello. Ci sono persino quelle glitterate. Nessuna scarpa è più estiva della zeppa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *