Lifestyle

Intervista a Isabelle Adriani: dal talento alla sua carriera

Eclettica, sognatrice e raggiante. È così che la definirei.

Isabelle Adriani, nata a Perugia, è figlia di madre e padre neuropsichiatri stimati in tutto il mondo. Così ha avuto la fortuna di viaggiare tanto da piccola e questo l’ha resa molto intraprendente.

É un uragano di talento ed emozioni con un sorriso smagliante che, con classe e professionalità, continua a scalare la sua carriera artistica e professionale senza mai fermarsi.

Isabelle è una donna tutta da scoprire, abbiamo avuto il piacere e l’onore di scambiarci quattro chiacchiere.

 

Raccontaci te. Chi è Isabelle Adriani?

Una persona libera che ama la storia, l’archeologia, la scienza e la conoscenza in generale. Amo leggere, studiare, viaggiare, conoscere il mondo il piu’ profondamente possibile in questa vita e diffondere sempre cose buone e belle!

Isabelle Adriani

Laureata in Lettere e Filosofia, giornalista, attrice, scrittrice, doppiatrice, presentatrice, cantante e ballerina. Sei un’artista completa.
Com’è stata la tua formazione e come e’ iniziato il tuo percorso professionale?

Da piccolissima iniziando a scrivere poesie, a studiare recitazione, canto lirico e danza. Ho studiato danza classica e moderna presso la scuola “Francesco Morlacchi” di Perugia fino ad arrivare al “Senior Grade del Royal Ballet” di Londra, e canto lirico, presso la “Scuola Scienza come Arte” in collaborazione con il “Teatro Sperimentale” di Spoleto (questo mi permette di avere il fiato necessario per fischiare l’ opera e le colonne sonore del grande Morricone). In seguito mi sono perfezionata nella recitazione presso il “Teatro di Sacco” di Roberto Biselli per poi continuare, mentre mi laureavo in Storia, con il “Centro Universitario Teatrale” dell’Università di Perugia in collaborazione con l’accademia “Silvio D’Amico” di Roma.

Cominciai a lavorare come apprendista giá a 12 anni presso lo studio di un artista. Benché nessun familiare ha mai avuto a che fare con lo spettacolo, a 5 anni vedendo “Notorius” di Hitchcock con Ingrid Bergman, rimasi folgorata dal cinema e da allora e’sempre stato il piu’ grande amore professionale della mia vita.

Inoltre ho fatto teatro per molti anni e ho persino aperto una piccola “Scuola di Teatro” per Bambini in Umbria, fino a che non mi sono trasferita a Roma per fare la giornalista.

Successivamente sono approdata sui grandi schermi come comparsa per i Fratelli Vanzina in “Estate ai Caraibi” e da li ho lasciato il giornalismo e mi sono dedicata a tempo pieno al cinema girando decine di film in giro per il mondo.

Oggi curo e scrivo due rubriche giornalistiche, di cui una dedicata alla Storia del cinema e la seconda all’altra mia grande passione: le fiabe.

Ti definisci una cantastorie. Che dono hanno le fiabe per te?

Colleziono libri antichi di fiabe e mitologia dal ‘500 ad oggi, fin da quando avevo 7 anni. La cosa che mi affascina di piu e’ che sono Metafore di vita! Nelle fiabe c’è sempre un protagonista, una meta da raggiungere ed un ostacolo da superare, esattamente come nella vita.
Inoltre la ripetizione del lieto fine ha una importante funzione pedagogica per i bambini e ritroviamo gli archetipi delle fiabe ovunque anche oggi. Per questo scrivo anche romanzi storici o saggi sull’origine storica delle fiabe come ‘La Vera Storia di Cenerentola’ che e’ esistita davvero 2600 anni fa.

Isabelle Adriani

Che rapporto hai con i social?

Un disastro! Sono riservatissima e non ci riesco proprio a ‘condividere’ la mia vita specie quella privata! Così mi affido a dei collaboratori piú giovani ed esperti di me che mi danno una mano anche con il mio sito, rimproverandomi però continuamente che non fornisco loro il materiale fotografico sufficente per i social. Sono proprio negata! Non saprei neanche come trovare il tempo per farlo. Rispetto chi ne ha fatto un lavoro moderno, buon per loro, ma io preferisco occupare il mio tempo studiando e creando cose che restino nel tempo.. magari impresse su una tela, se si tratta di un’opera, o su una pellicola, se si tratta di un film, ma non digitali per caritá! Sono proprio retro’ ! hahaha

Di recente hai esposto alcune delle tue opere della rassegna “To movies with Love” in Costa Smeralda, mentre altre sono state esibite nella prestigiosa “New York Film Accademy”. Ci racconti le emozioni che hai provato?

Una grande sopresa! Quando ho ricevuto la telefonata per esporre le mie opere nelle loro due sedi di New York e Los Angeles sono rimasta senza parole. Avevo sempre tenuta segreta questa passione e tutti i miei lavori erano rimasti segregati nel sottotetto. Fino a quando una professoressa della NYFA venuta a trovarmi le vide per caso e fece delle foto senza dire nulla. Così eccomi qui….

Isabelle Adriani

Hai qualche rimpianto?

Si! Non essere andata a studiare Archeologia a Berkeley in California o recitazione alla “New York Film Academy” a 17 anni, appena finito il Liceo. Quando si hanno dei sogni così profondi, molto spesso il destino te li ripropone sulla tua strada, spesso la piu impervia. Se hai il coraggio di seguirla arrivi alla meta ed ora, grazie ai numi, le mie opere saranno in esposizione permanente a New York e Los Angeles proprio all’interno della New York Film Academy e in molti altri templi dell’arte e del cinema nel mondo.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Al momento ho gia numerose opere da realizzare e da spedire in tutto il mondo. Inoltre ho un progetto cinematografico come autore e regista che mi sta molto a cuore e, appena avro’ il tempo, realizzeró anche quello.

Isabelle Adriani

 

Ti ringraziamo Isabelle per la tua disponibilità e per aver risposto alle nostre curiosità.

 

Federica Ferrali

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *