Ricette

Meringhe alla francese

Questa ricetta è uno dei miei cavalli di battaglia in fatto di dolci, è semplicissima ma dal successo assicurato!

Qui gli albumi non vengono pastorizzati, come nella meringa all’italiana, ma si montano direttamente a neve, per questo motivo per la riuscita è necessario che siano a temperatura ambiente e non freddi di frigo e non serve il termometro da pasticceria.

 

Ingredienti:

  • 150gr di albumi
  • 300g di zucchero semolato
  • Qualche goccia di succo di limone

 

Procedimento

Prima di tutto separa gli albumi dai tuorli (che metterai da parte perché in questa preparazione non vengono usati, puoi usarli per fare una bella crema pasticcera!), e versali in una ciotola, poi aggiungi metà dello zucchero e qualche goccia di limone, che renderà il composto lucido e spumoso, e montali a neve.

A questo punto aggiungi anche l’altra metà di zucchero e continua a montare fino ad ottenere la consistenza giusta, ovvero spumosa ma ferma, con il composto che non si muove se provi a capovolgere la ciotola e che forma le classiche punte che non perdono la forma se sollevi le fruste dello sbattitore e le giri a testa in su.

Ricopri una teglia con la carta da forno, metti il composto in una sac à poche e forma le meringhe. Io in genere preferisco farle piccine, perché asciugano prima, ma sono belle – e buone! – di tutte le dimensioni. Per avere delle meringhe più rustiche puoi usare un cucchiaio al posto della sac à poche. In questo caso sappi che verranno un po’ più schiacciate rispetto a quelle classiche.

Metti la teglia nel forno già caldo e cuoci a 70° per almeno tre-quattro ore, cioè fino a quando le meringhe saranno belle asciutte e bianche.

 

Per finire due consigli, anzi tre.

In tutte le ricette che ho letto delle meringhe si trova anche un pizzico di sale, che dovrebbe aiutare nella formazione della schiuma: io non lo metto assolutamente perché trovo invece che così si smonti più facilmente (e sul blog Le Scienze di Dario Bressanini è spiegato bene il motivo dal punto di vista chimico, questo è il link http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2008/01/18/le-ricette-scientifiche-le-meringhe/ ). Lo dice anche Enrica Chiarapassion in una delle ultime ricette che ha pubblicato, e se lo dice lei per me è legge!

meringhe

Puoi provare a farle colorate, ma ricorda di scegliere sempre coloranti in polvere e non liquidi per non compromettere la riuscita della preparazione. La prima volta che le ho fatte rosa ho usato poche gocce di colorante liquido e ho combinato un bel disastro.

Per una versione particolarmente golosa e prelibata puoi sciogliere a bagnomaria del cioccolato (meglio se fondente, per contrastare la dolcezza della meringa) e creare dei baci.

Metti un po’ di cioccolato sulla base di una meringa e sovrapponi poi un’altra, proprio come si fa con i classici baci di dama.

L’unico problema è che a casa nostra, specie in quest’ultima versione, non durano neanche una giornata, perché finiscono in un attimo!

Sara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *