Mamma&Bambino

Passeggino: come sceglierlo

Credo che una delle cose più difficili da comprare per un bambino sia il passeggino.

Indecise se comprarne uno leggero che si chiude ad ombrello, o robusto che fa parte di un trio, o che può fare passeggiate sullo sterrato, o solo perché è bello?

passeggino

Ecco le caratteristiche che secondo me un passeggino deve avere:

  1. leggerezza
  2. buona manovrabilità anche con una mano sola
  3. facilmente piegabile anche con una mano
  4. poco ingombrante per poter essere caricato in auto senza acrobazie
  5. dotato di cestino portaoggetti sotto al passeggino per varie ed eventuali
  6. seduta reversibile sia fronte genitore che fronte strada
  7. ruote girevoli
  8. schienale reclinabile almeno in 2-3 posizioni,
  9. cinture per poter legare il bambino
  10. tessuto deve essere di buona qualità e non delicato
  11. gancio per la borsa
  12. manici regolabili
  13. freno a pedale

Con Mariavittoria, nel 2011, mi era stato regalato il trio dell’Inglesina Otutto: navicella, ovetto e passeggino.

L’ho odiato perché pesava troppo, perché non si chiudeva con una mano, perché non ci stava in macchina. Ma l’ho amato per tutte le altre caratteristiche.

Per Marco Valerio, nel 2017, ho acquistato online un Cybex modello AGIS M-AIR4. Non l’ho potuto provare perché l’ho comprato mentre ero in ospedale, in fretta e furia.

Lo odio perché per entrare nell’ascensore devo fare le acrobazie… Sì, l’ascensore è piccolo e il passeggino è largo. Ma per tutto il resto lo adoro, soprattutto per le sue caratteristiche principali:

  • Richiudibile ad una sola mano, resta in piedi da solo
  • Ruote in gomma antiforatura leggere e maneggevoli
  • Reclinazione seduta regolabile con una sola mano.

Con Marco Valerio ho deciso di non prendere la navicella dato che con Mariavittoria non ne avevo fatto un grandissimo uso: lei a casa dormiva nella sua cesta.

Io mi muovo non solo in auto, ma utilizzando anche i mezzi pubblici, come autobus e metro, ed abito a Roma dove i marciapiedi non sono sempre perfetti. A distanza di un anno, il passeggino è ancora in ottimo stato. Valuterò più avanti di sostituirlo con uno leggero, ma per il momento Marco Valerio si trova bene e si fa delle belle dormite.

Io vi consiglio, se possibile, di acquistare online perché si risparmia notevolmente rispetto ai negozi. Magari è utile fare prima un sopralluogo in negozio per vederlo e provarlo dal vivo, ma poi optare per lo shopping online.

L’unico modo per capire quale è il modello giusto per voi è PROVARLO, chiedere consiglio ad amiche o conoscenti e, soprattutto, valutarne la praticità: se entra in ascensore e nel portabagagli dell’automobile senza mille acrobazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *