Mamma&Bambino

Risparmiare online

 

 

Alla fine dello scorso anno l’ISTAT ha parlato chiaro: in otto anni in Italia sono nati 100mila neonati in meno.

Un dato allarmante, che pone il nostro Paese come fanalino di coda nel panorama europeo per indice di natalità. Non pare un caso che il periodo di decrescita incessante abbia preso il via nel 2008 perché in fondo, si sa, avere un figlio costa.

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha stimato che la spesa media per mantenere un bambino per il primo anno di età va da un minimo di 7.100 € ad un massimo di 15.200 €. 

Ma tra “bonus bebè” e “detrazioni per i figli a carico”, l’Italia sembra essersi messa nuovamente in moto per incentivare le famiglie italiane.

Si sta muovendo il canale e-commerce che offre a neogenitori o a quanti siano prossimi ad avere un bambino potenzialità di risparmio davvero considerevoli.

Idealo – il portale internazionale di comparazione prezzi per gli acquisti digitali – ha voluto indagare l’argomento per portare il proprio contributo alla causa, tra evoluzioni dei prezzi durante l’anno e acquisti che online sono decisamente più vantaggiosi.

In Italia, nel 2017, l’interesse nei confronti della categoria “Bambini & Neonati” è cresciuto del 30,0% rispetto al 2016 ed anche il trend per il 2018 è positivo, con un ulteriore +22,6% rispetto all’anno appena trascorso.

Tutti i prodotti di prima necessità e legati alla sicurezza rappresentano il catalizzatore di attenzione maggiore; con una quota di interesse superiore di circa sei volte rispetto ai prodotti legati all’intrattenimento dei bambini (85.3% vs. 14.7%).

Per i beni di prima necessità, il risparmio medio si attesta attorno al 10%.

Idealo ha stilato una lista dei prodotti  convenienti se acquistati online: a partire dai biberon che consentono un risparmio medio del 26,6% (pari a circa 4,83€) ai pannolini con il 15,0% (3,02€); senza dimenticare i seggiolini per auto con il 10,3% (21,25€).

 

Per il settore dell’intrattenimento il risparmio medio si attesta attorno al 10,4%, con i libri per la prima infanzia tra i prodotti più convenienti da acquistare online (con un risparmio medio del 29,4% pari a circa 6,75 euro).

 

Acquistando online articoli legati all’abbigliamento il risparmio medio si attesta intorno al 19,7% con al primo posto l’intimo per neonati; questo garantisce un risparmio del 40,9% pari a circa 4,53 euro.

 

 

risparmiare

Idealo ha calcolato che, utilizzando un comparatore prezzi per acquistare i principali prodotti legati alle tre differenti categorie, si può ottenere un risparmio totale di almeno 157 euro.  

Ma chi sono i genitori digitali italiani che si informano online per fare acquisti?

 

I più interessati ai prodotti considerati “necessari” si assestano in una fascia di età compresa tra i 25 e i 34 anni (per il 44,6%). Per quanto riguarda le ricerche relative all’intrattenimento, i più interessati hanno tra i 35 e i 44 anni (43,6%).

  

Si tratta di un mercato appannaggio delle donne (per il 70%) che preferiscono informarsi tramite smartphone.

E sempre all’incirca del 70%  di quanti si informano attraverso i canali mobile, d’altronde si sa che i neo-genitori devono essere multi tasking e devono spesso condurre le proprie ricerche on the go!

Le regioni che mostrano il maggiore interesse in entrambe le categorie sono: il Lazio e la Lombardia.

Rispetto ad altre categorie la Toscana quando si parla di intrattenimento e l’Emilia Romagna quando si parla di beni di prima necessità.

E voi fate gli acquisti online?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *