Cultura

Ritorno al Bosco dei 100 Acri

Vi ricordate le avventure del dolce orsetto Winnie Pooh e gli abitanti del Bosco dei 100 Acri?

Le cose sono un pò cambiate perché Christopher Robin è diventato grande.

Diventando grande  si è lasciato alle spalle i vecchi compagni di gioco:Winnie Pooh e gli abitanti del Bosco dei 100 Acri.

Ora vive a Londra con la moglie Evelyn e la figlia Madeline, e lavora nel reparto amministrativo di una ditta che confeziona valigie.

Purtroppo la ditta è in crisi, complice la gestione scellerata del figlio del fondatore, e a Christopher viene assegnato il compito di trovare una soluzione entro il fine settimana: l’alternativa è il licenziamento di molti dipendenti.

Christopher Robin decide di sacrificare il weekend con moglie e figlia nella casa di campagna del Sussex dove ha trascorso la sua infanzia e dove, da una cavità nel tronco di un albero, si accede al Bosco dei 100 Acri.

Dal canto suo Winnie Pooh si è svegliato in quel Bosco e non ha trovato nessuno dei suoi amici: Tigro, Pimpi, Ih-Oh, Tappo, Kanga, Ro e Uffa.

Per cercarli entra nella cavità dell’albero e sbuca nel giardino londinese antistante l’abitazione di Christopher Robin.

Di fatto, però, è Christopher che si è perduto, e toccherà all’orsetto di pezza ricondurlo a casa.

In Ritorno al Bosco dei 100 Acri è Christopher ad aver dimenticato le cose importanti imparate nell’infanzia ed è l’orsetto a ricordargliele

Dal 30 agosto il Ritorno al Bosco dei 100 Acri vi aspetta al cinema, un film per grandi e piccini dove si scoprirà i grandi valori come l’amicizia e la famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *