Cultura

Wonder, una meraviglia di gentilezza e coraggio!

 

Wonder, (Meraviglia) è il meraviglioso film tratto dall’omonimo romanzo  di R.J. Palacio che in poco tempo è diventato un caso letterario in tutto il mondo!

Come il libro, anche  il film Wonder ( Meraviglia ) nasce come film per ragazzi ma è davvero un film per tutti. Wonder è una storia su tematiche attuali, sulla differenza,  sul bullismo, sull’amicizia, sulla  gentilezza e sul coraggio. Io sono andata a vederlo con cinque ragazzi preadolescenti, lettori di Wonder,  entusiasti di  vedere il volto di Auggie sul grande schermo.

Wonder

 

Mi chiamo Auggie Pullman. L’anno prossimo comincio la prima media. E siccome non sono mai stato in una vera scuola, sono praticamente pietrificato.” Wonder inizia nello stesso modo in cui inizia il libro.E’ proprio Auggie a presentarsi e raccontare di sé, definendosi terrorizzato del suo imminente debutto alla scuola media. Costretto precedentemente a studiare a casa a causa dei numerosi interventi chirurgici al viso, quando i genitori decidono che per lui è arrivato il momento di andare a scuola insieme agli altri, Auggie è terrorizzato.  Ma dovrà farsi coraggio e cominciare la sua avventura nel mondo affrontando lo sguardo dei propri coetanei, capaci di perfidie da far impallidire gli adulti!

Wonder

Dietro alla storia di Wonder c’è tutta un’altra storia, il rammarico di una madre, quella svelata dall’autrice in un’ intervista al Telegraph.

“Un giorno ero seduta su una panchina con i miei due figli e ho visto passare un bambina che aveva evidentemente la sindrome di Treacher-Collins, una rara malattia ereditaria che colpisce le fattezze di una persona lasciando inalterato tutto il resto. Ciò che mi ha colpito non é stata la ragazzina, ma la mia reazione : sono stata presa dal panico, temevo che mio figlio di tre anni vedendola avrebbe reagito urlando, come aveva fatto alla festa di Halloween. Mi sono alzata di scatto, come punta da una vespa, ho chiamato l’altro figlio e mi sono allontanata di corsa. Alle mie spalle ho sentito la madre della ragazzina che, con voce molto calma, diceva: “Forse è ora di tornare a casa”. Mi sono sentita un verme e non sono riuscita a dimenticare questa esperienza.”

Wonder

Wonder,  il film, mantiene sia la struttura del romanzo, con l’alternarsi delle diverse prospettive dei personaggi secondari, ma pur sempre importanti: la sorella Via, l’amico Jack e Miranda (migliore amica di Via), sia il tono delicato ed ottimista, ironico mai vittimistico. A completare il quadro familiare ci sono i genitori di Auggie e Via: Isabel e Nate,  interpretati da Julia Roberts e Owen Wilson. La Roberts  interpreta una madre severa e dolce insieme, coraggiosa al punto da dare in pasto il figlio alla cattiveria del mondo sperando che vi resista. Owen Wilson_Nate è un padre che adora il viso del proprio figlio, ” io amo la tua faccia. E’ la faccia di mio figlio!”. E mentre lo mette in guardia  dalla solitudine e la diffidenza del prossimo,  non dimentica mai di farlo ridere!

Wonder è un film che fa bene a tutti, che invita alla gentilezza verso il prossimo e lo fa in maniera delicata e divertente!

Mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *