Cultura

Biennale di Venezia: mani giganti emergono dal Canal Grande per sorregere Ca’ Sagredo

“Support” è l’installazione monumentale – tra gli 8 e i 9 metri di altezza- apparsa a Venezia per la Biennale 2017, realizzata da Lorenzo Quinn, scultore tra i più apprezzati a livello internazionale, figlio dell’attore hollywoodiano Anthony Quinn e della seconda moglie, la costumista veneziana Iolanda Addolori.

“ Venezia è una città d’arte che galleggia, che ispira il mondo della cultura da secoli -ha commentato lo scultore- ma per continuare a farlo ha bisogno del sostegno della nostra generazione e di quelle future, perché è un minacciata dal cambiamento climatico”.

L’opera è stata trasportata fino all’hotel Ca’ Sagredo su una chiatta e lì collocata.

“Le mani – si legge nella descrizione dell’opera – sono strumenti che possono tanto distruggere il mondo quanto salvarlo, e trasmettono un istintivo sentimento di nobiltà e grandezza in grado anche di generare inquietudine, poiché il gesto generoso di sostenere l’edificio ne evidenzia la fragilità”. Questo il significato dell’installazione per sensilibizzare la società sul riscaldamento globale.

L’installazione è già visibile al pubblico dal 13 maggio e lo rimarrà sino al 26 novembre; per tutto il periodo dell’esposizione di Support, all’interno dell’Hotel Ca’ Sagredo saranno in mostra alcune versioni di altre opere di Lorenzo Quinn, fra cui Leap of Faith [Atto di Fede], esposto all’Hermitage Museum di San Pietroburgo nel 2011, The Four Loves [I quattro Amori] e Love [Amore],collocate in Berkeley Square e Millbank a Londra nel 2017.

Assolutamente da non perdere!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *