Libri & Cinema

Dentro Caravaggio

Dentro Caravaggio

Gran successo a Palazzo Reale, a Milano, per la mirabile mostra “Dentro Caravaggio”.

Inaugurata un mese fa, il 29 settembre, giorno della nascita del celebre pittore, che si chiama appunto Michelangelo Merisi perché nato il giorno dell’arcangelo Gabriele.

La mostra, che ospita 20 capolavori di Caravaggio, provenienti dai maggiori musei italiani e da importanti musei esteri. Ha il pregio di vedere affiancati, per la prima volta, ai quadri le rispettive immagini radiografiche che sveleranno il lungo lavoro che il Merisi compiva davanti alla tela, in mano il pennello.

Prima dell’apertura erano più di 60.000 prenotazioni. Un successo di pubblico ancor prima dell’apertura!

In un’ora, un ‘ora e mezzo di percorso espositivo.

Si possono ammirare queste meravigliose tele che vanno dalle opere realizzate in età giovanili a quelle in età matura.

Per capire come il genio di Caravaggio, dalla vita burrascosa, abbia rivoluzionato la pittura, tanto da far nascere il termine caravaggismo per definire la sua influenza pittorica.

Caratterizzata dal naturalismo dei suoi soggetti, dall’ambientazione realistica e dall’uso personalissimo della luce e dell’ombra.

Dentro Caravaggio

Attraverso i tableau, posti dietro le opere, video, radiografie, esami le radiografie, che penetrano in diversa misura sotto la superficie pittorica, è visibile al pubblico il procedimento pittorico creativo di Caravaggio: i vari strati della pittura, i grafici delle incisioni, i disegni preparatori, i pentimenti, gli spostamenti degli schemi durante la realizzazione delle opere.

Bellissimo il video del dipinto “La Fuga in Egitto”. Dove si scopre che è stata dipinta su una tovaglia da tavola di fiandra, quando Caravaggio era un giovane insofferente artista sconosciuto, in difficoltà economiche.Dentro Caravaggio

Sul sito del Palazzo Reale, www.palazzoreale.it , tutti i dettagli sugli orari, costi e riduzioni dei biglietti, che potete acquistare online o presso la biglietteria…Per un weekend all’insegna dell’arte!

Mara

Rispondi