Moda

Arriva la Milano fashion week P/E 2019

Grande fermento a Milano per la fashion week. Si respira un’aria di ottimismo che investe chiunque si trovi in città nel periodo. 165 collezioni, 60 sfilate e 80 presentazioni rendono la settimana fitta di eventi e appuntamenti.

Tante le novità: la più eclatante l’assenza di Gucci dalle passerelle milanesi, la maison ha deciso di presentare la collezione disegnata da Alessandro Michele a Villa Lumière, durante la settimana della moda parigina.

Di contro, ci sono designer che si confrontano per la prima volta con il mondo delle sfilate, con la top model Bianca Balti la cui collezione premaman è molto attesa; brand che ritornano a sfilare, è il caso di Fila che ha presentato una collezione uomo/donna sporty chic.

milano fashion week

 

Ad aprire la Milano Fashion Week è stata Alberta Ferretti; la stilista  ha introdotto una nuova linea, portando in passerella una donna giovane ed ingenua, come la sua intera collezione.

Make-up quasi accennato e capelli naturali per la prossima primavera estate, che sarà delicata e romantica.

Volumi ampi e leggiadri fanno da cornice a tessuti leggeri, come le nuances pastello mai esagerate, si va dal bianco al marrone passando per l’azzurro cielo, rosa tenue e verde menta.

Presente anche il pizzo San Gallo nero, elegantissimo. Rigorosamente in tinta unita.

 

milano fashion week

 

Sulla stessa strada la collezione di Jil Sander, che mantiene il suo stile iper manimalista, i colori sembrano presi in prestito dal mondo bucolico, con sfumature tortora e verde oliva davvero d’impatto.

L’effetto easy dei look nasconde un ingegnoso equilibrio tra la costruzione dei capi e la semplicità dei tessuti.

 

milano fashion week

 

 

 Fendi presenta una collezione ricercata e chic portando in passerella una donna sportiva ma elegante che ama i colori neutri come il beige, il bianco e il marrone.

Unica concessione di colore il Bordeaux (sì, anche d’estate) e un paio di look con stampe geometriche mai eccessive.

 

 

milano fashion week

 

Se per accedere alle sfilate e alle presentazioni è necessario possedere un invito o un accredito, il comune di Milano offre la possibilità al pubblico di avvicinarsi.

Si trovano sei installazioni sparse per il centro, chiamate cubi XL, all’interno delle quali si potrà intraprendere un percorso di conoscenza della tradizione del Made in Italy.

 

 

In piazza San Babila inoltre, è stato posizionato un maxi schermo che trasmette contenuti extra e frame dalle sfilate 24 ore su 24.

Insomma, non si può fare a meno di vivere la città meneghina appieno nè di lasciarsi trasportare dall’amore per il fashion, perlomeno in questi giorni.

Amiamo già le proposte che gli stilisti hanno ideato per la prossima primavera estate, pensando a donne sportive ma di classe, specchio dell’era attuale.

Tatiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *