Ricette

Tortino di bietole e ricotta: una ricetta per i nostri bimbi

tortino bietole ricotta
Ecco il tortino di bietole e ricotta appena sfornato

 

La ricetta che ti propongo oggi è quella di una tortina salata facile facile, che sicuramente sarà molto apprezzata dai bimbi, a base di bietole, ricotta e uova. La mia bimba la mangia con entusiasmo e assiste a tutta la preparazione del tortino di bietole e ricotta, a partire dall’andare a prendere le uova delle nostre galline (e ogni giorno sperare che le porti in casa integre senza fare frittate nel tragitto! Cosa peraltro già capitata, con conseguenti pianti e disperazione!)

 

Olivia (20 mesi) ha passato una fase in cui mangiava, per mia somma gioia, ogni tipo di verdura, anche semplicemente fatta al vapore o in forno. Per un certo periodo andava matta per il minestrone al punto che dovevo cucinarlo quasi tutti i giorni, perché alla sera a cena se ne spazzolava delle quantità industriali, poi per il cavolfiore al forno, i broccoli e i fagiolini lessi. Ora non mangia verdura come contorno neanche se la prego in ogni lingua, non parliamo del minestrone, che le vengono prima il magone e poi i conati solo a vederlo. Per fortuna tra polpette, torte salate (come questo tortino di bietole e ricotta) e flan e sformati di verdure qualcosa riesco ancora a farle mangiare, per adesso!

 

Ingredienti

  • 400 gr di bietole fresche
  • Una ricottina da 90-100 gr
  • Un uovo
  • Un cucchiaio di formaggio grattugiato
  • Un rotolo di pasta sfoglia (o brisée)
  • Una noce di burro

 

Preparazione

Lava e pulisci le bietole e saltale in padella con una noce di burro. Lasciale raffreddare, versale in una ciotolina aggiungendo il formaggio grattugiato, l’uovo e la ricotta, e poi mescola tutto per bene.


tortino bietole ricotta

 

Srotola la pasta sfoglia in una teglia rotonda, versa il composto e ripiega i bordi.

Cuoci nel forno già caldo per una mezz’ora-quaranta minuti a 180 gradi. Controlla la cottura di tanto in tanto, la pasta sfoglia (o brisée) deve solo dorare, non bruciacchiarsi, quindi può essere che a seconda dei dorme debba cuocere un pochino di meno.

Servi tiepida.

 

 

SARA CIPOLLINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *